Versetto biblico per la perdita di peso, Buonanotte | Buona notte, Buonanotte, Versetti della bibbia

versetto biblico per la perdita di peso

versetto biblico per la perdita di peso

Insegno Pluralismo e dialogo fra le religioni, Gv 16, [In quel tempo], disse Gesù ai suoi discepoli: "Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà".

I Padri, ed in particolare Tertulliano, desumono dalla Bibbia che in Dio vi sono tre persone distinte Padre, Figlio e Spiritoma unite nella stessa sostanza — per la teologia contemporanea questa sostanza è una relazione ben definita: l'amore.

versetto biblico per la perdita di peso

Tornando più propriamente al testo nel quale, appunto, la parola trinità non viene pronunciata da Gesù si leggono le parole del Risorto. La prima notazione importante viene proprio dal primo versetto: Gesù avrebbe ancora molte cose da dire, molte verità da rivelare, ma decide di non farlo perché i suoi discepoli non sono ancora pronti a portarne il peso.

E alla verità bisogna essere pronti, aperti in accoglienza.

versetto biblico per la perdita di peso

Nessuno riamane indietro, ma ognuno ha diritto a camminare sul proprio sentiero, verso l'unico orizzonte. La seconda annotazione riguarda la venuta dello Spirito di verità, e di libertà, poiché lo Spirito soffia dove vuole. Lo Spirito è libero, ed in questa libertà deve essere semplicemente accolto, in perdita di volontà a trattenere.

versetto biblico per la perdita di peso

Ognuno decide la propria via verso la verità dell'amore, lo Spirito sostiene e apre gli occhi sulle briciole di questa verità che si incontrano giorno dopo giorno. Padre, Figlio e Spirito sono in una eterna relazione, vale a dire che Dio stesso è, costitutivamente, relazione.

È affascinante rileggere il testo biblico alla luce di questo: un testo che — per la salvezza dell'uomo — indica per lo più delle norme relazionali, date da un Dio relazionale. Telegiornale Ultima edizione Edizione ore Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto.

Si sta difendendo dal dolore e chiude anche le nostre labbra. Non riusciamo nemmeno a ripetere meccanicamente le preghiere più familiari. Ricordarla, pensare a lei, dialogare con lei che è in Cielo, è già preghiera, perché vuol dire entrare in relazione anche con Dio, il suo Regno e il suo Mistero. Se il nostro grido di dolore è rivolto a Dio, è supplica, è anelito, è già preghiera autentica e potente.

Informazioni importanti